… Come biologo fui impressionato dalla quantità di chimica che veniva utilizzata nelle vigne …
– Michele Lorenzetti –

Enologo, Biologo e Viticoltore

Frascati (Roma) 1971

Consulente in Viticoltura Biodinamica

Dal 2004 esercito la professione di consulente in Viticoltura Biodinamica e mi occupo sia degli aspetti agronomici che di cantina.

Il mio approccio è pratico e razionale: metto al centro l’esperienza diretta e la ricerca scientifica piuttosto che le speculazioni teoriche e filosofiche.

Nel 2006 ho avviato la mia azienda agricola “Terre di Giotto” , circa tre ettari di vigneto nel comune di Vicchio del Mugello, nell’Appennino Toscano, dove produco 10.000 bottiglie l’anno.

Lavoro unicamente in Biodinamica.

Oenologist, Biologist and Winegrower

Frascati (Rome) 1971

Consultant in Biodynamic Viticulture

Since 2004 I have been practicing as a consultant in Biodynamic Viticulture and I deal with both agronomic and cellar aspects.

My approach is practical and rational: I focus on direct experience and scientific research rather than theoretical and philosophical speculations.

In 2006 I started my “Terre di Giotto” farm, about three hectares of vineyards in the municipality of Vicchio del Mugello, in the Tuscan Apennines, where I produce 10,000 bottles a year.

I work only in Biodynamics.

Enologo, Biologo e Viticoltore

Frascati (Roma) 1971

Consulente in Viticoltura Biodinamica

Dal 2004 esercito la professione di consulente in Viticoltura Biodinamica e mi occupo sia degli aspetti agronomici che di cantina.

Il mio approccio è pratico e razionale: metto al centro l’esperienza diretta e la ricerca scientifica piuttosto che le speculazioni teoriche e filosofiche.

Nel 2006 ho avviato la mia azienda agricola “Terre di Giotto” , circa tre ettari di vigneto nel comune di Vicchio del Mugello, nell’Appennino Toscano, dove produco 10.000 bottiglie l’anno.

Lavoro unicamente in Biodinamica.

MUSELLA (VENETO)
GRAVNER (FRIULI)
BOSSANOVA (ABRUZZO)
TOMAC (CROAZIA)
GUERILA (SLOVENIA)
MARADEI (CALABRIA)
RICCARDO MAGNO (LAZIO)
BARONI CAMPANINO (UMBRIA)
GAIA FELIX (CAMPANIA)
BOSCO SANT’AGNESE (CAMPANIA)
TENUTA DEL CANNAVALE (ISCHIA)
DANILO SCENNA (LAZIO)
PALAZZO TRONCONI (LAZIO)
CORTE SANT’ALDA (VENETO)
FATTORIA DI VAIRA (MOLISE)
CERRETO LIBRI (TOSCANA)

Collaborazioni / Collaborations

Attuali e Passate / Current and Past

STELLA CRINITA (MENDOZA-ARGENTINA)
STEFANO AMERIGHI (TOSCANA)
GAUDIOSO (SICILIA)
MANDORLI (TOSCANA)
MARCO CARPINETI (LAZIO)
LA VISCIOLA (LAZIO)
MARCO FALCONE (LAZIO)
ROCCO DI CARPENETO (PIEMONTE)
TERRE ANTICHE (LAZIO)

CACCIANEMICI (EMILIA ROMAGNA)
BERGIANTI (EMILIA ROMAGNA)
SPIRITUALE (TOSCANA)
PODERE FORTE (TOSCANA)
MENAT (CALABRIA)
ORNINA (TOSCANA)
CANLIBERO (CAMPANIA)
AUSONIA (ABRUZZO)
NORO (LAZIO)
I CHICCHI (LAZIO)
LA CERRETA (TOSCANA)
WEINGUT IN DER EBEN (ALTO ADIGE)
VOLTUMNA (TOSCANA)
ANDI FAUSTO (LOMBARDIA)
AGRICOLA CEGLIA (LAZIO)
LA MARRONAIA (TOSCANA)

Collaborazioni

Attuali e Passate

MUSELLA (VENETO)
GRAVNER (FRIULI)
BOSSANOVA (ABRUZZO)
TOMAC (CROAZIA)
GUERILA (SLOVENIA)
STELLA CRINITA (MENDOZA-ARGENTINA)
STEFANO AMERIGHI (TOSCANA)
GAUDIOSO (SICILIA)
MANDORLI (TOSCANA)
MARCO CARPINETI (LAZIO)
MARADEI (CALABRIA)
RICCARDO MAGNO (LAZIO)
BARONI CAMPANINO (UMBRIA)
GAIA FELIX (CAMPANIA)
BOSCO SANT’AGNESE (CAMPANIA)
TENUTA DEL CANNAVALE (ISCHIA)
DANILO SCENNA (LAZIO)
PALAZZO TRONCONI (LAZIO)
CORTE SANT’ALDA (VENETO)
FATTORIA DI VAIRA (MOLISE)
CERRETO LIBRI (TOSCANA)
LA VISCIOLA (LAZIO)
MARCO FALCONE (LAZIO)
ROCCO DI CARPENETO (PIEMONTE)
TERRE ANTICHE (LAZIO)
CACCIANEMICI (EMILIA ROMAGNA)
BERGIANTI (EMILIA ROMAGNA)
SPIRITUALE (TOSCANA)
PODERE FORTE (TOSCANA)
MENAT (CALABRIA)
ORNINA (TOSCANA)
CANLIBERO (CAMPANIA)
AUSONIA (ABRUZZO)
NORO (LAZIO)
I CHICCHI (LAZIO)
LA CERRETA (TOSCANA)
WEINGUT IN DER EBEN (ALTO ADIGE)
VOLTUMNA (TOSCANA)
ANDI FAUSTO (LOMBARDIA)
AGRICOLA CEGLIA (LAZIO)
LA MARRONAIA (TOSCANA)

Restituire fertilità alla terra ed espressione alle piante.
Questa è la Biodinamica; una grande opportunità per l’agricoltore, la sua azienda, la sua identità e la sua economia.

Return fertility to the land and expression to plants.
This is Biodynamics; a great opportunity for the farmer, his company, his identity and his economy.

Restituire fertilità alla terra ed espressione alle piante.
Questa è la Biodinamica; una grande opportunità per l’agricoltore, la sua azienda, la sua identità e la sua economia.

… As a biologist I was impressed by the amount of chemistry that was used in the vineyards …
– Michele Lorenzetti –

Professione Biodinamica

Associazione Culturale

SCUOLA DI BIODINAMICA

La biodinamica è una grande opportunità per chi coltiva il vigneto: consente di eliminare la chimica e consolidare lo stato di salute del terreno e delle viti.

Attraverso l’uso della sostanza organica e dei processi portati dai preparati biodinamici consente di riabilitare l’humus nel terreno e quindi di ottenere piante più forti ed espressive, uve capaci di fermentare autonomamente senza ulteriori coadiuvanti enologici.

I corsi sono tematici e riguardano: l’orticoltura, la olivicoltura, la frutticoltura e la viticoltura.
Inoltre per più sessioni l’anno si fanno corsi base di introduzione all’Agricoltura Biodinamica.

Biodynamic Profession

Cultural Association

SCHOOL OF BIODYNAMICS

Biodynamics is a great opportunity for those who cultivate the vineyard: it allows to eliminate chemistry and consolidate the health of the soil and the vines.

Through the use of organic matter and the processes brought about by biodynamic preparations, it allows to rehabilitate the humus in the soil and thus to obtain stronger and more expressive plants, grapes capable of fermenting independently without further enological adjuvants.

The courses are thematic and cover: horticulture, olive growing, fruit growing and viticulture. In addition, basic introductory courses to Biodynamic Agriculture are held for several sessions a year.

Professione Biodinamica

Associazione Culturale

SCUOLA DI BIODINAMICA

La biodinamica è una grande opportunità per chi coltiva il vigneto: consente di eliminare la chimica e consolidare lo stato di salute del terreno e delle viti.

Attraverso l’uso della sostanza organica e dei processi portati dai preparati biodinamici consente di riabilitare l’humus nel terreno e quindi di ottenere piante più forti ed espressive, uve capaci di fermentare autonomamente senza ulteriori coadiuvanti enologici.

I corsi sono tematici e riguardano: l’orticoltura, la olivicoltura, la frutticoltura e la viticoltura.
Inoltre per più sessioni l’anno si fanno corsi base di introduzione all’Agricoltura Biodinamica.

Una lingua di terra in Mugello, sull’Appennino toscano…
lì volevo piantare la mia vigna, fuori dalle nebbie

– Michele Lorenzetti –

Terre di Giotto

Gattaia & Terre di Giotto

Sono 3 gli ettari complessivi di vigneto, di cui uno a Gattaia ad una altitudine dai 500 ai 600 mt SLM, dove convivono 7000 piante tra cui Pinot Nero, Sauvignon Blanc, Riesling e 2000 piante di una selezione massale proveniente da vecchi vigneti in Loira di Mark Angeli.
La restante parte riposa su terreni argillosi tra i 200 e i 300 m.s.l.m. e sono due vecchie vigne del 1972 piantate a Sangiovese, Canaiolo, Tempranillo, Trebbiano e Malvasia di Candia.

Oggi l’azienda produce circa 10.000 bottiglie da cui ricava sette etichette:

  • “Gattaia bianco” uvaggio delle viti a bacca bianca della vigna di Gattaia.
  • Gattaia Pinot Nero
  •  “Massimo” Riesling in purezza
  • “Nostrale Rosso, Bianco e Rosè” per le vigne basse.

Inoltre viene fatto anche un Sauvignon con una lunga macerazione delle bucce in anfora per sette mesi.

Terre di Giotto

Gattaia & Terre di Giotto

There are 3 total hectares of vineyards, one of which in Gattaia at an altitude from 500 to 600 meters above sea level, where 7000 plants coexist including Pinot Noir, Sauvignon Blanc, Riesling and 2000 plants of a mass selection coming from old vineyards in the Loire of Mark Angeli.
The remaining part rests on clayey soils between 200 and 300 meters above sea level. and they are two old vines from 1972 planted with Sangiovese, Canaiolo, Tempranillo, Trebbiano and Malvasia di Candia.

Today the company produces about 10,000 bottles from which it produces seven labels:

  • Gattaia bianco” blend of white grape vines from the Gattaia vineyard.
  • Gattaia Pinot Nero
  • Massimo” 100% Riesling
  • Nostrale Rosso, White and Rosé” for the low vineyards.

In addition, a Sauvignon is also made with a long maceration of the skins in amphora for seven months.

Terre di Giotto

Gattaia & Terre di Giotto

Sono 3 gli ettari complessivi di vigneto, di cui uno a Gattaia ad una altitudine dai 500 ai 600 mt SLM, dove convivono 7000 piante tra cui Pinot Nero, Sauvignon Blanc, Riesling e 2000 piante di una selezione massale proveniente da vecchi vigneti in Loira di Mark Angeli.
La restante parte riposa su terreni argillosi tra i 200 e i 300 m.s.l.m. e sono due vecchie vigne del 1972 piantate a Sangiovese, Canaiolo, Tempranillo, Trebbiano e Malvasia di Candia.

Oggi l’azienda produce circa 10.000 bottiglie da cui ricava sette etichette:

  • “Gattaia bianco” uvaggio delle viti a bacca bianca della vigna di Gattaia.
  • Gattaia Pinot Nero
  •  “Massimo” Riesling in purezza
  • “Nostrale Rosso, Bianco e Rosè” per le vigne basse.

Inoltre viene fatto anche un Sauvignon con una lunga macerazione delle bucce in anfora per sette mesi.

… A strip of land in Mugello, on the Tuscan Apennines
there I wanted to plant my vineyard, out of the mists …

– Michele Lorenzetti –

Nel cuore del Mugello

… Volevamo liberarci dai legami dei sapori plastificati…
Di vini sempre più simili tra loro il cui carattere originario è sempre più schietto e silenziato, capaci di accontentare ogni palato identico anno dopo anno

– Michele Lorenzetti  & Luigi Zehender –

The wine apart

Luigi Zehender & Michele Lorenzetti

Non vendiamo solo vini, ma li seguiamo in ogni singolo passaggio del loro meraviglioso divenire. Da un terreno sano dove le radici della pianta trovano un equilibrato nutrimento al basso e sapiente intervento dell’uomo in cantina, per regalare sapori veri e coraggiosi, come il cuore di chi li produce.

     “Ma perché questo sogno si avveri”

Occorrono basi solide e le nostre si basano su un principio rigoroso: vini naturali e pregiati prodotti da un terreno sano dove l’uomo esercita scrupolosamente la biodinamica e svolge la funzione di custode e coadiuvatore della natura invece che di suo invadente trasformatore.

The wine apart

Luigi Zehender & Michele Lorenzetti

We do not only sell wines, but we follow them in every single step of their marvelous becoming. From a healthy soil where the roots of the plant find a balanced nourishment to the low and wise intervention of the man in the cellar, in order to deliver true and corageous flavors, like the heart of those who produce them.

     “But for this dream to come true”

solid foundations are necessary and ours are based on a rigorous principle: natural and fine wines produced from an healthy soil where the man scrupulously exerts biodynamic and performs the function of guardian and coadjuvator of nature instead of its intrusive transformer.

The wine apart

Luigi Zehender & Michele Lorenzetti

Non vendiamo solo vini, ma li seguiamo in ogni singolo passaggio del loro meraviglioso divenire. Da un terreno sano dove le radici della pianta trovano un equilibrato nutrimento al basso e sapiente intervento dell’uomo in cantina, per regalare sapori veri e coraggiosi, come il cuore di chi li produce.

     “Ma perché questo sogno si avveri”

Occorrono basi solide e le nostre si basano su un principio rigoroso: vini naturali e pregiati prodotti da un terreno sano dove l’uomo esercita scrupolosamente la biodinamica e svolge la funzione di custode e coadiuvatore della natura invece che di suo invadente trasformatore.

… We wanted to free ourselves from the bonds of plasticized flavors
Of wines more and more similar to each other whose original character is more and more straightforward and silent, capable of satisfying every identical palate year after year

– Michele Lorenzetti  & Luigi Zehender –